Il trucco per aumentare la sicurezza in te stesso con la postura giusta

Sapevi che il linguaggio del corpo, ciò che comunichiamo con la nostra postura, può influenzare in modo positivo la percezione di noi stessi, aiutandoci a sentirci più sicuri e migliorare anche la percezione che gli altri hanno di noi?

La maggiore sicurezza data dalla giusta postura ti permette di affrontare le situazioni e le altre persone in modo più tranquillo e con più decisione. La sicurezza in te stesso o in te stessa ti permetterà di avere maggiore controllo nelle conversazioni, agli esami e quando fai un colloquio di lavoro. Quindi prestare attenzione alla postura, soprattutto nelle situazioni importanti, potrebbe essere cruciale per affrontarle con l’atteggiamento giusto.

La paura degli esami quindi potrebbe essere legata a quanto sei sicuro di te stesso o quanto sei sicura di te stessa. Probabilmente avrai notato che ci sono alcuni studenti che affrontano gli esami con enorme sicurezza quando entrano nell'aula e si siedono davanti al professore: appaiono estremamente sicuri e rilassati. Ti sarai anche chiesto come fanno: ti sorprenderà sapere che il modo in cui stanno fisicamente, o per meglio dire la loro postura naturale, non li influenza solamente durante l'esame ma anche quando si mettono a studiare.

La postura da' sicurezza

Ci sono un sacco di ricerche scientifiche che parlano proprio di come la nostra capacità di apprendere aumenterebbe in funzione di quanto siamo aperti nei confronti del libro, proprio fisicamente.

postura

Immagine di Macrovector da Freepik

Quindi andiamo a vedere un esercizio velocissimo, una vera e propria diagnosi molto veloce che possiamo fare della nostra postura, proprio per vedere se è adatta per affrontare al meglio, senza paura, gli esami e per diventare più sicuri di noi stessi.

Ho passato quasi tutti gli anni della scuola, e buona parte della prima laurea, pieno di insicurezze; sia quando mi sedevo davanti al libro sia quando andavo davanti al professore, che vedevo come un'entità suprema che poteva decretare la mia morte, il mio fallimento, in 15 minuti di esame. Ricordo che soprattutto a scuola, dove ero un ragazzino bruttarello un po' grasso costantemente bullizzato dai compagni di classe, avevo un fortissimo desiderio di ottenere almeno due cose: la prima era sicuramente il rispetto degli altri, il rispetto da parte dei miei compagni di classe che alle medie e alle superiori non mi vedevano di buon occhio.

La seconda era il desiderio di essere più forte, più carismatico di fronte dall'insegnante quando andavo all'interrogazione, perché ne ero veramente terrorizzato, tanto che tutte le mattine quando arrivavo a scuola e sapevo che dovevo avere un compito in classe o un'interrogazione, durante la prima ora ero costretto a correre al bagno.

Il linguaggio del corpo come arma di successo

linguaggio del corpo

  Foto di cookie_studio da Freepik 

All'inizio pensavo che una persona o nasce bella e sicura o comunque rimane insicura per tutta la vita. Ho iniziato a leggere decine di libri che parlavano di linguaggio del corpo e ho notato che in questi libri l'argomento postura e un po' abusato: si dice che una postura adeguata ci renderebbe più sicuri di noi stessi e quindi capaci di affrontare le situazioni, le persone, e soprattutto le situazioni sociali in maniera sfrontata e sfacciata: questo vale anche per gli esami.

Proviamo subito un piccolo esercizio che ti indicherà se hai la postura giusta, quella che effettivamente trasmette sicurezza, e come puoi applicarla ai tuoi esami.

Testa quanto sei aperto e sicuro di te stesso

Ti chiedo di prendere due penne, metterne una in ciascuna mano, e di impugnarle con il corpo e le mani e braccia molto rilassate. Quindi rilassa il corpo, sciogli le spalle, mettiti a tuo agio e lascia cadere le braccia in maniera naturale, non forzata, proprio come stai durante la tua vita nella postura eretta.

Solleva le braccia: noterai che le punte delle penne si indirizzano verso una direzione: se la direzione è parallela, quindi se le due punte delle penne non si intrecciano vuol dire che va tutto bene, la tua postura è corretta. Se invece vedi che le due penne, nella loro linea immaginaria che parte dalle loro punte, potrebbero intrecciarsi, questo potrebbe non andare bene.

Quindi un sottile movimento delle spalle ti farà portarle indietro, quindi a raddrizzare i due pugni in modo che le penne siano perfettamente parallele. 

Presta attenzione alla postura ma non farne un'ossessione!

postura chiusa

Foto di freepic.diller da Freepik

Non devi pensare continuamente alla posizione delle tue braccia o al fatto che potresti avere delle penne che si incrociano nelle loro linee immaginarie, però sicuramente questa è una buona indicazione che ti porta ad aprire le spalle e avere una postura più eretta.

Una postura aperta, con le spalle dritte, non rigide ma riposate, i piedi ben piantati per terra e il mento parallelo al terreno ti fa sentire più forte e pronto, e ti fa apparire sicuro, convincente, vincente.

Questo forte linguaggio del corpo comunicherà la tua sicurezza al professore o al selezionatore: ma bisogna evitare di sembrare un soldatino, e trovare il giusto equilibrio tra postura “studiata” e naturalezza. La postura corretta, che comunica sicurezza, è un riflesso di ciò che senti, ma non devi esagerare, non devi imporla ma anzi cercare di renderla naturale. Non cercare di controllarla continuamente, ma sii certo di esprimere il giusto linguaggio del corpo nei momenti in cui conta di più comunicare apertura e sicurezza in te.

Badare al tuo linguaggio del corpo è importante per porti nel modo giusto nei confronti delle cose che fai, delle persone, delle situazioni, avendo il controllo di ciò che ti permette di creare un impatto, senza però diventare artefatti, quasi teatrali.

Un po’ di attenzione durante la giornata non guasta, soprattutto se siamo studenti ma anche se lavoriamo davanti al computer e abbiamo l'abitudine di avere il corpo accartocciato come una girella. Ci chiudiamo in noi stessi, chiudiamo le spalle.

È una posizione che noi acquistiamo anche quando andiamo in palestra: ci alleniamo sovraccaricando probabilmente questa parte del corpo con i pesi e a quel punto il nostro corpo reagisce tirando i muscoli verso l'interno e portandoci ancora di più a essere tesi e chiusi.

Secondo le ricerche, questo ci porta ad avere una postura che non ci favorisce nell'apprendimento, nel benessere e anche nelle prestazioni lavorative.

Questa posizione la teniamo spesso anche al letto, soprattutto se dormiamo su un fianco, quando invece molti medici consigliano di dormire a pancia in su e quindi proprio con le spalle appoggiate al materasso in quella postura aperta.

È esattamente il contrario della postura chiusa che abbiamo davanti al libro, davanti al computer, quando stiamo sul divano, quando usiamo il nostro smartphone. Quella stessa postura chiusa che teniamo anche nelle situazioni sociali in cui ci sentiamo minacciati: infatti il nostro corpo naturalmente tende a chiudersi quando vuole proteggersi, quindi si abbassa il mento, per proteggere il collo, e chiude le spalle per proteggere la cassa toracica, dove ci sono gli organi vitali per il nostro organismo.

Quindi ricordati ciò che dicevo prima e fai molta attenzione: non dobbiamo sempre stare attenti alla nostra postura, diventeremmo innaturali!

Però in momenti sfidanti, di difficoltà, quello può essere il segnale che ci dice che proprio in quel momento non dobbiamo perdere l'occasione di aprire le spalle e di porci in maniera più forte, più sicura nei confronti della persona che abbiamo davanti. Quindi puoi fare attenzione al tuo corpo proprio quando ti senti a disagio, e quello sarà il segnale che devi aprire un po’ le spalle.

Ciò significa una maggiore apertura durante lo studio: è come se il cervello dicesse "ok il mio corpo è aperto, quindi la mente è aperta ad apprendere, a prendere di più da quello che c’è nel libro".

linguaggio del corpo

Foto di wavebreakmedia da Freepik

Questo linguaggio del corpo potrebbe portare voti migliori agli esami, sia per la maggiore sicurezza di sé, sia perché l’interlocutore ha un'immagine di noi più sicura. 

La postura aperta potrebbe quindi significare migliori punteggi ai test, alle prove di selezione, e nel lungo periodo porterebbe più possibilità di lavoro, più promozioni e guadagni più alti. Sinceramente dubito che una persona diventi più bella o più ricca solo con questo stratagemma della postura: a volte i sogni non si realizzano... però sicuramente provare non costa nulla!

Soprattutto quello che mi interessa è che questo senso di apertura tu ce l'abbia quando apri il libro. Se senti di essere appunto chiuso o chiusa nei confronti di quello che stai per studiare prova ad aprirti e vediamo se funziona!

In realtà so già che sfruttare al meglio la conoscenza del linguaggio del corpo funziona, e te ne accorgerai anche tu già dopo i primi minuti di utilizzo!

Fai vedere che ci tieni:

POTREBBE PIACERTI ANCHE...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
Vai alla barra degli strumenti